IL VIAGRA E LA CIRCOLAZIONE SANGUIGNA

Il Viagra è uno dei farmaci più noti di tutti i tempi. In America, praticamente qualsiasi uomo ne ha sentito parlare e potrebbe anche dare le dovute delucidazioni sulla sua funzionalità.

Fin dalla scoperta del Viagra nel 1998, l’ex candidato alla presidenza dal partito repubblicano Bob Dole, è stato un sostenitore di questo farmaco. Sempre nello stesso tempo, la produzione di pillole contraffatte ha avuto una notevole crescita e le barzellette sul Viagra, sono diventate un simbolo permanente della cultura pop americana.

Сosa c’è di così speciale nella piccola “pillola blu”? E’ molto semplice, essa rende possibile all’uomo di raggiungere l’erezione.

Come funziona il Viagra? Perché agisce solo quando un uomo è eccitato? E poi, che cosa incide principalmente sull’erezione? In questo articolo, risponderemo a queste domande e molte altre.

E’ una storia molto affascinante; si parlerà della struttura del corpo umano e dei metodi, con cui gli scienziati operano per controllare le sue parti, attraverso i medicinali. Nel caso del Viagra, tale intervento incide sul pene.

L’anatomia del pene

Le discussioni sull’apparato genitale maschile per tante persone sono sgradevoli; è molto difficile sentirne parlare in un posto pubblico, almeno che non siano maleducati. Tuttavia, il pene svolge una funzione particolare nel corpo, e ne parleremo da questo punto di vista. La sua funzionalità è definita in due compiti:

  • minzione (lo svuotamento vescicale);
  • eiaculazione (l’emissione dello sperma).

Il Viagra è stato progettato per risolvere i problemi legati al secondo compito. In caso di corretto funzionamento dell’apparato genitale maschile, l’eiaculazione è un processo, che può essere suddivisa in tre fasi seguenti:

  • eccitazione sessuale;
  • erezione, in risposta all’eccitazione;
  • eiaculazione, come il risultato della stimolazione del pene.

Sembrerebbe abbastanza semplice, ma molto spesso, la seconda fase non è raggiungibile, per cui anche la terza diventa impossibile. Nonostante, vi sia una stimolazione, l’erezione potrebbe non avvenire. Per capire tale evento, è necessario comprendere il processo dell’erezione.

Tecnologia dell’erezione

Quando è necessario muovere qualsiasi parte del corpo, si può farlo con l’aiuto dei muscoli. Quando si muovono le dita delle mani e dei piedi, le braccia e le gambe è solamente un ottimo risultato del corretto lavoro dei muscoli. Anche quando si fanno le linguacce è un lavoro dei muscoli, dove il processo si svolge nelle fasi seguenti:

  • si pensa al movimento di una parte del corpo;
  • i muscoli di riferimento si contraggono;
  • un’arto si muove.

I muscoli ci permettono di spostare il nostro corpo, controllandone il suo movimento. Tuttavia, nel processo dell’erezione, il lavoro dei muscoli non dipende dalla contrazione di essi, ma piuttosto dalla pressione che incide su di loro.

Magari sarebbe meglio illustrare questo processo sull’esempio di un pallone. Se il pallone viene sgonfiato, esso diventerà moscio. Una volta gonfiato, la palla si allunga e diventa elastica e solida. Il tessuto del pene è costituito dai corpi cavernosi, nelle cellule dei quali durante l’erezione si trattiene il sangue. Così, riempendo le ultime del flusso sanguigno è possibile il cambiamento della forma del pene.

Nel momento in cui, le arterie che trasportano il sangue nei corpi cavernosi si ristringono, mentre le vene che eseguono il deflusso si estinguono- l’erezione non avverrà. Nel caso in cui, l’uomo è eccitato, le arterie si espandono, in modo che la pressione sanguigna riempia rapidamente il tessuto spugnoso, e mentre le vene si ristringono, il pene avrà l’erezione.

Se le arterie che forniscono il flusso sanguino al pene non si espandono, l’erezione non è possibile. Tale problema è una delle principali cause della disfunzione erettile. Nel caso in cui, il motivo dell’impotenza è una scarsa circolazione sanguigna, per risolverla è necessario espandere l’arteria. Proviamo a vedere le soluzioni approvate per risolvere tale problematica prima e dopo l’invenzione del Viagra.

Prima della nascita del Viagra si praticava fare delle iniezioni. La prima vera svolta nella lotta contro la disfunzione erettile è stata riscontrata nel 1983, poiché fino a quel momento, l’incapacità di raggiungere l’erezione, principalmente, fu considerata derivante da motivi psicologici. Tale concetto fu dissipato in un convegno dell’American Urological Association a Las Vegas (1983), quando il dottor Giles Brindley ebbe introdotto il farmaco, di cui tenne la conferenza, a se stesso, e poi si sarebbe abbassato i pantaloni, per dimostrare al pubblico diffidente, una delle prime erezioni causate dai farmaci.

Come funziona la fentolamina? Essa provoca il rilassamento muscolare. Esistono diversi tipi di tessuto muscolare, che gli scienziati suddividono come segue:

  • muscoli dell’apparato scheletro;
  • muscoli dell’apparato cardiaco;
  • muscolatura liscia, ossia i muscoli dei vasi sanguigni, dell’intestino e dello stomaco, che agiscono involontariamente.

Un maggior ruolo chiave per l erezione, avviene per via dei muscoli lisci, dove proprio il farmaco fentolamina, svolge la funzione del rilassamento della muscolatura.

Proprio per questo motivo, il straordinario effetto dell’iniezione di fentolamina dimostrato nel 1983,è stato appreso dagli urologi con così tanto interesse. Vediamo, che cosa esattamente è accaduto in quel momento con il dottore Brindley:

  • le arterie del suo pene furono compresse, bloccando il circolo del flusso sanguino nel tessuto dei corpi cavernosi;
  • dopo l’iniezione, la muscolatura liscia nelle pareti delle arterie del pene si rilassò e si estese;
  • il sangue cominciò ad affluire nei corpi cavernosi, aumentando la pressione arteriosa e in seguito, provocando l’erezione istantanea.

Partendo dalla metà del 1980, la somministrazione di tale farmaco per il rilassamento della muscolatura liscia, è stato per gli uomini, l’unico modo alla lotta contro la disfunzione erettile.

Il preparato Viagra, ha notevolmente semplificato il tale processo: il suo effetto è molto simile alla reazione della fentolamina, ma con l’unica differenza, che non è necessaria assumerlo per mezzo dell’iniezione. Un altro vantaggio del Viagra, nei confronti alla fentolamina, è che l’erezione può avvenire solo quando un uomo si trova nello stato eccitato. La fentolamina, invece, provoca una erezione istantanea e incontrollata. Perché l’azione del medicinale viene diffuso solamente sulla muscolatura liscia del pene e non influisce su tutto il corpo? Perché è efficacie solo quando l’uomo è eccitato? Solo una chiara comprensione sul funzionamento della circolazione del sangue nell’organismo potrebbe aiutare a trovare tutte le risposte alle domande sopracitate.

La circolazione sanguigna nel corpo umano

Per capire meglio la natura del farmaco, che incide esattamente sulla muscolatura liscia del pene, è necessario conoscere il processo dell’apparato circolatorio del corpo. L’unica e indispensabile pompa del nostro organismo è il cuore, che contemporaneamente deve fornire diverse quantità di sangue in tutte le parti del corpo. Ad esempio, se fate una corsa, il vostro corpo deve procurare più sangue ai muscoli delle braccia e delle gambe, ma in seguito provoca una riduzione della quantità di sangue, per esempio, nello stomaco o negli altri organi, non utilizzati in questo istante, per un risparmio di ossigeno. In poco parole, il cuore ha bisogno di una serie di valvole, il cui compito è aumentare e diminuire il flusso sanguigno nelle differenti parti del corpo, dove il nostro cervello svolge la funzione di controller di queste ultime. Il meccanismo di comando sulle valvole ha una natura chimica, che può essere definito nei seguenti passi:

  1. Il segnale, trasmesso via fibra nervosa, dal cervello, si conclude nelle cellule nervose, vicino ad una arteria, dove c’è il posto ad un cambiamento del flusso sanguigno;
  2. Sempre le stesse cellule nervose producono l’ossido di azoto, che fluisce nel flusso sanguigno e nelle cellule circostanti;
  3. L’ossido di azoto stimola la produzione dell’enzima dalle cellule circostanti, che contribuisce alla formazione di una sostanza speciale;
  4. Come risultato, sotto l’influenzamento di quest’ultima, i muscoli lisci, nei quali sono lastricate le pareti delle arterie, si rilassano, e di conseguenza portano all’aumento del flusso sanguigno.

Il Viagra

Il Viagra è un farmaco che ha dato ai suoi creatori un straordinario successo. In effetti, non è per niente sorprendente, che anche le altre aziende farmaceutiche vogliono afferrare un pezzo di questa gloria. Così, sono state sviluppate le nuove sostanze chimiche e, di conseguenza, create due nuovi farmaci: il Cialis (Tadalafil) e il Levitra (Vardenafil). Il Cialis e Levitra funzionano nella stessa maniera del Viagra: aiutano gli uomini di superare le difficoltà dovute alla disfunzione erettile, che a sua volta deriva dai problemi legati all’incorretto funzionamento dell’apparato circolatorio. Anche loro agiscono solo in presenza di una eccitazione sessuale.

Poiché nella composizione dei farmaci Viagra, Cialias e Levitra, si presentano alcune diversità nelle sostanze chimiche, si parla anche delle particolarità di ciascuno.

Il Cialis, per esempio, in alcuni casi può causare dolori muscolari e mal di schiena, invece per i farmaci Levitra o Viagra, tale effetto collaterale non è per niente tipico.

L’effetto del Viagra si protrae per circa quattro ore, mentre il Levitra rimane nel sangue per cinque ore. Il Cialis rimane nell’organismo per un periodo molto più lungo (il periodo dell’emivita è pari alle 17,5 ore), ovvero può essere efficacie anche nel giorno successivo. Proprio per questo motivo, si aspetta molto presto che il Cialis, soppianti il Viagra nel mercato farmaceutico. Qual è il suo motto? “Basta per tutto il weekend.” Il Cialis inizia ad agire molto più velocemente rispetto ai farmaci Viagra o Levitra, dopo 15 minuti circa.

Secondo alcuni dati, anche i cibi grassi hanno un influenzamento negativo sull’efficacia di Viagra e Levitra, invece nel caso dell’assunzione di Cialis non è stato affermato nessun effetto inconsiderato.

Nei giorni d’oggi, ci sono ancora tanti nuovi medicinali in fase di creazione.

Commenti chiusi.