IL VIAGRA E LA MEDICINA CONTEMPORANEA

La medicina contemporanea si sta sviluppando molto velocemente. Ogni anno le metodiche di cura si perfezionano continuamente: è sempre maggiore il numero delle malattie che cedono sotto la pressione furiosa dei dottori, dove le aziende farmaceutiche investono miliardi di dollari nelle ricerche e la produzione di nuovi farmaci. Ma, nonostante la comparsa dei nuovi medicinali sul mercato farmaceutico, i prezzi dei farmaci emessi precedentemente rimangono sempre gli stessi, invece i farmaci nuovi ed efficaci vengono venduti, di solito, al prezzo molto elevato. In effetti, non tutti possono permettersi di utilizzare i preparati di qualità. Ecco perché, vi è un aiuto dai generici. Che cosa sono?

Rivolgiamoci alla Wikipedia, la più prestigiosa enciclopedia mondiale online. La Wikipedia definisce il generico, come un medicinale equivalente al farmaco autentico, rispettivamente alle sue capacità farmaceutiche, terapeutiche e biologiche. Vale a dire, che il principio attivò di tutti e due i preparati, sia il generico che il farmaco originario, sarà identico, però le componenti ausiliarie possono variare.

Perché i farmaci generici sono più economici rispetto i medicinali originali?

Per rispondere a questa domanda, proviamo a studiare il modo in cui compaiono i nuovi medicinali nel mercato farmaceutico. Il suo inizio avviene nei laboratori, dove gli scienziati creano una nuova formula del preparato, che in effetti, diventerà più efficacie degli analoghi già esistenti. Dopodiché, la ditta-inventrice ottiene il brevetto per un nuovo farmaco, esegue i diversi test di laboratorio e gli studi clinici, e solo dopo il farmaco conquista il diritto di essere presentato sul mercato. Per essere acquisito dal mercato mondiale, il farmaco nuovo deve corrispondere agli standard farmaceutici di ogni singolo paese. Credo che sia inutile dare ulteriori chiarimenti sul fatto, che le normative di tutti i paesi sono ben diverse, e a volte le differenze sono piuttosto significative.

Per tale ragione, le aziende farmaceutiche vanno a spendere un sacco di soldi per ulteriori test e ricerche. Naturalmente, tutte le spese subite per l’emissione del farmaco sul mercato, alla fine verranno definite nel prezzo finale del prodotto. Ecco perché il prezzo dei farmaci odierni è così elevato. Dopo l’invenzione del farmaco, esso verrà brevettato, e solo grazie alla compagnia-finanziatrice che può organizzare la produzione permanente del nuovo preparato. La validità di un brevetto dipende dal paese in cui quest’ultimo è stato rilasciato. In poche parole, la sua permanenza potrà anche durare per tanto tempo, che in ogni caso avrà un termine, ovvero la scadenza.

Non appena il brevetto giunge alla sua scadenza, immediatamente appaiono i generici del nuovo farmaco, che possono essere prodotti da qualsiasi azienda. Per questo, basterebbe apprendere la tecnologia di produzione del farmaco, e comprovare l’identità del suo principio attivo. Pertanto i benefici dalla produzione dei generici sono evidenti. Non c’è bisogno di inventare un nuovo preparato, siccome la formula chimica è già pronta per essere utilizzata. Non servono gli studi clinici condotti, e nemmeno ampie campagne pubblicitarie o ricerche del marketing – il consumatore già conosce il marchio. Per una maggiore visibilità, il nome del generico può essere consonante con il nome del preparato autentico.

A causa dei suddetti fattori, il prezzo dei generici è inferiore rispetto ai farmaci originali di 2-4 volte. Grazie ai farmaci generici, è sempre maggiore il numero delle persone che avranno la possibilità di acquistare i medicinali moderni ad un prezzo inferiore.

Molto spesso i consumatori sono predisposti a mischiare i concetti dei farmaci contraffatti e i generici, considerandoli come sinonimi. Tuttavia, cerchiamo di mettere in chiaro questi concetti. Il generico è un medicinale, di cui il principio attivo è completamente identico al farmaco originale. Il farmaco contraffatto è un medicinale che viene prodotto violando la protezione brevettuale: ossia nel periodo in cui il brevetto è ancora valido, oppure nominandolo identicamente al farmaco originario. Talvolta, ci sono i casi in cui il principio attivo del farmaco autentico, viene sostituito con la sostanza più economica, addirittura con il gesso o la soda. Ovviamente, quest’ultimi non si potrebbero nemmeno denominare come farmaci. Uno dei leader mondiali nella produzione dei farmaci generici è l’ India. Tale paese è abbondante dalle aziende farmaceutiche, che si specializzano esclusivamente sulla produzione dei farmaci generici, ossia su tutta linea dei preparati terapeutici.

Caratteristiche del Viagra

Il marchio “Viagra” è il farmaco più riconosciuto per il trattamento della disfunzione erettile, che viene realizzato dal gigante farmaceutico, Pfizer. Tale preparato fu sviluppato specificamente per gli uomini sofferenti di impotenza. Forma farmaceutica: una pillola di colore blu dalla forma romboidale, i cui dosaggi sono da 25 mg, 50 mg o 100 mg. Il Viagra può essere somministrato solo dopo aver consultato un medico, l’acquisto del farmaco, però, è fattibile tramite le farmacie online, ad un prezzo più che ragionevole.

Il Viagra è un medicinale che fu inventato nel 1990 per la terapia di una malattie cardiovascolare, più conosciuta come l’angina pectoris. In seguito ai test svolti, i ricercatori si sono accorti che il preparato non ha mostrato nessuno dei risultati attesi, più che altro ha presentato un interessante effetto collaterale, ovvero un’erezione persistente.

Il Viagra fu brevettato nel 1996, come un farmaco per il trattamento dell’impotenza

La disfunzione erettile è un disturbo maschile, che viene causato da una serie di fattori. Le cause più diffuse sono psicologiche, poi esistono anche i disturbi fisici. In alcuni casi, la disfunzione erettile può essere causata dal danneggiamento da sistema nervoso, diabete o ipogonadismo. Purtroppo, per tali problemi l’azione del Viagra è poco efficacie.

Secondo la composizione chimica, il preparato Viagra è classificato come l’inibitore della fosfodiesterisi (PDE-5). Il PDE-5 incide positivamente sulla muscolatura liscia del pene, ovvero rilassandola, e a sue volta permette il libero circolo sanguigno nel pene e provoca l’erezione. Esistono anche tanti altri medicinali, come Cialis e Levitra, che contengono gli inibitori della fosfodiesterisi PDE- 5, e hanno un meccanismo simile al Viagra. Probabilmente ne avrete già sentito parlare in Internet, visto che vi sono parecchi annunci dei farmaci sopracitati.

Tuttavia, bisogna ricordare che il farmaco Viagra non è privo di effetti collaterali. Alcuni di loro sono: mal di testa, mal di stomaco, arrossamento del viso, elevata sudorazione. Quest’ultimo non può essere contemporaneamente assunto con i preparati per il trattamento dell’angina pectoris, il loro tandem potrà causare un forte calo della pressione sanguigna.

Anche se avete deciso di acquistare i farmaci via internet, privi di una prescrizione medica, è consigliato di consultare uno specialista prima dell’assunzione.

Commenti chiusi.