VIAGRA E LE CAUSE FISIOLOGICHE DELL’IMPOTENZA

L’andamento del processo erettile è molto complesso, così, l’ origine dei problemi può essere di diversi motivi. Si possono evidenziare tre tipologie di problemi: psicologico, fisiologico, oppure la combinazione di entrambi. In alcuni casi, nemmeno la cura con gli efficaci farmaci come Levitra, Cialis, Viagra, potranno garantire un rimedio, e il trattamento per combattere la malattia sarà inutile.

Motivi fisiologici

Per motivi fisiologici della disfunzione erettile, s’intendono le lesioni o il danneggiamento dei seguenti collegamenti che conducono ad un’erezione. Tale sistema include gli impulsi nervosi dal cervello, via spina- dorsale fino al pene, e il loro successivo feed-back ai muscoli, tessuti fibrosi, vene e arterie, giungendo ai corpi cavernosi.

Il danneggiamento delle arterie e del tessuto muscolare intorno al pene vi è una ragione comune dell’impotenza.

Di seguito, elenchiamo le malattie più note come causa principale di disfunzione erettile:

  1. Diabete. L’esistenza del diabete può affaticare un normale raggiungimento dell’erezione. La presenza di quest’ultimo raddoppia il rischio di sviluppo dell’impotenza.
  2. Malattia renale. Una malattia renale può provocare cambiamenti chimici nell’organismo, che a sua volte influiscono sugli ormoni, la circolazione sanguigna e il funzionamento del sistema nervoso. Molto spesso, essi comportano anche l’abbassamento della libido maschile, in altre parole il desiderio sessuale o la capacità sessuale. Oltre a tutto, l’assunzione dei farmaci per la cura delle malattie renali può incidere anche sulla formazione della disfunzione erettile. Secondo alcune stime, oltre il 50% delle persone, sofferenti da insufficienza renale, hanno problemi erettili, diminuzione della libido, così anche un significativo decremento nella vita sessuale.
  3. Problematiche di carattere neurologico. Le patologie neurologiche svolgono un ruolo importantissimo al raggiungimento e mantenimento dell’erezione. Per esempio ictus, sclerosi multipla, Alzheimer, Parkinson, lesioni del midollo spinale: tutte queste malattie sono associate con la cessazione della trasmissione degli impulsi nervosi dal cervello al pene.
  4. Malattie cardiovascolari. Le patologie cardiovascolari colpiscono soprattutto i vasi sanguigni, i quali in pratica, sono responsabili di una causa fisiologica per la disfunzione erettile nel 70% dei casi. Tali malattie sono aterosclerosi, ossia l’indurimento delle arterie, ipertensione e alto livello di colesterolo.
  5. Tumore alla prostata. Il cancro alla prostata non è la causa della disfunzione erettile di per sé, ma il trattamento che lo precede, ovvero la radioterapia, la modificazione ormonale o l’intervento chirurgico, possono creare quest’ultima.

La natura fisiologica dell’impotenza non è sempre collegata solamente alle varie malattie, vi sono molte altre cause possibili, tra cui:

  1. Intervento chirurgico. Nella maggior parte dei casi, l’intervento chirurgico è eseguito nei casi di cancro alla prostata o tumore della vescica, in cui vi è la necessità di una rimozione dei nervi e dei tessuti intorno alla zona danneggiata, che può causare l’impotenza. Alcune operazioni comportano problemi di carattere temporaneo, per circa 6-18 mesi. Altre, invece, possono causare danni molto notevoli ai nervi e ai tessuti intorno al pene, provocando l’indebolimento dell’erezione.
  2. Lesioni. Altri motivi della disfunzione erettile sono i danneggiamenti nella zona pelvica, lesioni della vescica, del midollo spinale e del pene, che spesso richiedono un intervento chirurgico.
  3. Disfunzione ormonale. La disfunzione ormonale, ovvero un dislivello di tiroidi, prolattina, testosterone, può incidere sulla risposta del corpo durante la stimolazione sessuale. In alcuni casi, lo sbilanciamento è dovuto al tumore ipofisario, malattie renali e del fegato, oppure da un trattamento ormonale in seguito al cancro della prostata.
  4. Insufficienza venosa. L’insufficiente quantità del sangue nel pene durante l’erezione causa l’incapacità nel suo mantenimento. Questa problematica venosa può essere il risultato di un trauma o di una malattia.
  5. Tabacco, alcol e droghe. Tutti e tre questi fattori possono compromettere i vasi sanguigni degli uomini e, di conseguenza, limitare il flusso sanguigno al pene, causando la disfunzione erettile. Primi in fila per l’impotenza sono i fumatori, in particolare i pazienti con aterosclerosi.
  6. Medicinali. Ci sono più di 200 tipi di farmaci che possono causare la disfunzione erettile.

Alternative all’intervento chirurgico

Medicinali orali

Il Sildenafil/Viagra è il primo farmaco orale approvato per la cura dell’impotenza. La pillola va assunta circa un’ora prima dell’attività sessuale. Tuttavia, i pazienti che assumono altri farmaci contenenti nitrati, come la nitroglicerina, non possono assumere il Viagra. La contemporanea somministrazione del farmaco Viagra e dei nitrati, può causare una bassa pressione sanguigna, cioè l’ipotensione. Tra gli effetti indesiderati del Viagra, i più comuni sono la dispepsia, ossia disturbi intestinali, la congestione nasale, vampate di calore, mal di testa e visione offuscata. Inoltre, esistono anche gli altri farmaci per la cura dell’impotenza: il Vardenafil/Levitra e il Tadalafil/Cialis.

Dispositivi a vuoto

Tale dispositivo rappresenta un cilindro, che s’inserisce sul pene, con successivo pompaggio dell’aria dal cilindro. Grazie a questo, avviene un forte afflusso del sangue al pene e si presenta l’erezione. L’utilizzo del dispositivo a vuoto è molto sicuro per la cura della disfunzione erettile.

La terapia iniettiva intracavernosa

Utilizzando minuscoli aghi e siringhe, l’uomo introduce un piccolo quantitativo d’iniezioni nel pene. La puntura rilassa i vasi sanguigni, permettendo al flusso di sangue di fluire liberamente nel pene. Questa procedura è ampiamente utilizzata e accettata dall’inizio del 1980.

La terapia iniettiva è efficace nel trattamento di una vasta gamma di problemi erettili. Tuttavia, gli effetti collaterali comuni sono il dolore e le cicatrici sul pene, ossia fibrosi. Inoltre, può verificarsi, come effetto collaterale, un’erezione dolorosa, che si protrae per più di due o tre ore, ma può essere abolita con un corretto dosaggio del farmaco.

Terapia sessuale

La terapia sessuale per la maggior parte degli uomini, può dare risultati molto convincenti, ma solamente se la terapia viene controllata da un sessuologo qualificato. Anche nel caso di un’evidente ragione fisiologica, anche le cause psicologiche possono avere un ruolo maggiore nella disfunzione erettile. La terapia sessuale non solo aiuta ad accettare le patologie sessuali, ma insegna come affrontarle.

Attualmente, il metodo più efficace e famoso, è la terapia medicamentosa, ossia la somministrazione dei farmaci Viagra, Levitra e Cialis. Questi ultimi sono facilmente acquistabili vie internet nelle farmacie online e non richiedono la prescrizione medica. La consegna di tali preparati avviene in qualsiasi parte del mondo.

Commenti chiusi.